News
0

Responsabilità amministrativa: gli aggiornamenti 2020

responsabilità amministrativa

REVISIONE IN MATERIA DI REATI TRIBUTARI E RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA

Risale al 1° settembre 2020 la nuova circolare n. 216816/2020 emessa dalla Guardia Di Finanza in materia di reati tributari e di responsabilità amministrativa.

Si tratta di modifiche che portano a collocare i reati tributari tra i reati presupposto della responsabilità amministrativa degli enti ai sensi del D.lgs. 231/2001.

DIFFERENZE IN MATERIA DI COMPLIANCE aziendale

La circolare emanata tratta dell’interazione esistente tra il regime delle cooperative compliance ed il Modello 231. Si evidenziano due aspetti fondamentali, quanto contrastanti.

Da un lato, l’impossibilità di sovrapporre i due istituti e, dall’altro, l’irrinunciabilità da parte dell’ente di implementare il Modello 231 ai fini dell’esclusione della propria responsabilità in caso di reati commessi nel proprio interesse o vantaggio.

Nel documento vengono sottolineate le differenze tra i suddetti regimi in merito a tre aspetti importanti:

  1. Natura dei reati. L’istituto della responsabilità 231 concerne i soli reati in materia di IVA ed imposte dirette, mentre con la cooperative compliance si mira a prevenire una serie più ampia di reati.
  2. Diversità degli organismi di controllo dei sistemi di prevenzione. Nel caso della cooperative compliance il compito di controllo è affidato ad un organismo interno, mentre per il Modello 231 ad un organismo esterno ossia l’Organismo di Vigilanza.
  3. Assenza di meccanismi di segnalazione illeciti. Nel sistema di cooperative compliance non sono previsti meccanismi disciplinarie di Whistleblowing, al contrario del Modello 231.

Richiedi ad In-compliance il software whistleblowing ed il software di segnalazione aziendale

Cosa fare? Aggiornamento del modello organizzativo 231

IN-FLOW è l’applicativo che permette di gestire i flussi informativi verso gli organi o uffici di controllo interni e esterni all’organizzazione (Organismo di vigilanza, DPO, Responsabile anticorruzione, Responsabile antiriciclaggio, Internal Audit).

  • Un valido supporto per il settore della consulenza: Grazie a IN-FLOW è possibile definire report e check-list per ogni aspetto della compliance: 231, Anticorruzione, Antiriciclaggio, GDPR, Sicurezza e Ambiente. Una soluzione innovativa per la gestione dei flussi informativi verso le funzioni di controllo.
  • Multiruolo: Con in-flow è possibile assegnare più ruoli in base a tipologia e numero di funzioni di controllo esistenti: Internal Audit, OdV, RPCT, DPO.

Richiedi maggiori informazioni inviando un e-mail a info@incompliance.it

Visita www.incompliance.it  e segui la pagina ufficiale su Facebook
Tags: News

Articoli correlati

Articoli recenti

Menu